la società

La Società La SIF Organi societari Codice etico Statuto Area Comunicazioni Manuale qualità Soddisfazione Gruppi di lavoro SIF Gruppo soci giovani Galleria Fotografica Galleria Video News dai Social

edicola

documenti

eventi

Eventi Congressi Nazionali Joint Meetings

per i soci

Perchè associarsi Per chi studia Per chi lavora Moduli iscrizione Accesso soci Accesso farmadati

risorse online

FarmacovigilanzaSIF Innovation Flow Sezione F.Clinica Info Farmaci Siti Correlati Downloads
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Newsletter N°1 del 9 gennaio 2018

  • N° 1 - Il Presidente e il Consiglio Direttivo della SIF annunciano la scomparsa del Prof. PierFranco Spano, socio illustre della SIF, e si stringono con affetto ai famigliari

     

    Il Prof. Spano ha servito come Consigliere la Società Italiana di Farmacologia negli anni 1986-1990 ed è stato insignito del Premio “Lifetime Achievement Award in Pharmacology 2017” per la sua importante attività scientifica con la seguente motivazione:

    “We recommend Professor PierFranco Spano for the 2017 Italian Pharmacology Society Lifetime Achievement Award in recognition of his significant and lasting contributions to the field as a scientist, educator and administrator. Over the past 50 years Professor Spano has won international acclaim for his work in characterizing dopamine receptor subtypes, for defining them as pharmacological targets for the treatment of neuropsychiatric conditions, for describing the role of NF-ϰB in neuroprotection, and for identifying rivastigmine as a treatment for Lewy body dementia. As Dean, Director of Pharmacology and of the Center for Drug Information and Documents at the University of Brescia, he demonstrated outstanding skills as an academic leader and educator. Professor Spano has earned this honor given the impact of his accomplishments on the discipline of pharmacology in general and on the treatment of central nervous system disorders in particular.

    Sam Enna, Michael Spedding”

     

  • N° 2 - Pubblichiamo con piacere il ricordo del suo maestro, Prof. Gian Luigi Gessa e dei suoi allievi

    È morto ieri il mio allievo PierFranco Spano, Professore emerito di Farmacologia dell'Università di Brescia. Giovanissimo arrivò all'Istituto di Farmacologia, in via Porcell, per la preparazione della sua tesi di laurea in Farmacia. Quel giovane era destinato a dirigere la Farmacia Spano in via Roma, a Cagliari, ma si innamorò tanto perdutamente della farmacologia e delle neuroscienze che, col disappunto del padre, lasciò ai fratelli la gestione della storica farmacia. Fu una scelta felice per lui, per la farmacologia italiana e per la "scuola sarda" di farmacologia e neuroscienze. Dopo essere diventato professore di Farmacologia nella Facoltà di Farmacia di Cagliari, nel 1983 si è trasferito all'Università di Brescia, dove ha creato una scuola tra le più prestigiose in Italia: i suoi numerosi allievi occupano posizioni di rilievo nella ricerca biomedica in Italia, in Europa e negli Stati Uniti.

    È stato Preside della Facoltà di Medicina, ha diretto la Sezione di Farmacologia e Terapia Sperimentale del Dipartimento di Scienze Biologiche e Biotecnologie, e la Scuola di specializzazione in Farmacologia Medica.

    A Brescia ha fondato la European School of Molecular Medicine di cui è stato il direttore scientifico.

    A quel "ragazzo" di via Porcell la Società Italiana di Farmacologia ha conferito nel 2017 il premio alla carriera "SIF Lifetime Achievement Award" e l'Università di Brescia il prestigioso "Camillo Golgi Medal Award 2017".

    Nel 2006 è stato nominato Presidente Onorario della Lega Italiana per la lotta contro la Malattia di Parkinson e le Sindromi Extrapiramidali.

    Delle centinaia di pubblicazioni su riviste qualificate, quella riguardante la scoperta dei recettori multipli per la dopamina, "i recettori D1 e D2", è entrata nella storia delle neuroscienze. Per i profani quei recettori sono i siti nel cervello sui quali operano i farmaci usati nel trattamento della schizofrenia, tossicodipendenze e disturbi dell'umore.

    Il ricordo della simpatia, intelligenza, vivacità intellettuale, ottimismo di Pier Franco Spano, Cicci per gli amici, rimarrà nella memoria di chi l'ha conosciuto, ma il ricordo delle sue ricerche rimarrà, molto più a lungo, nella storia delle neuroscienze.

    Gian Luigi Gessa

    Professore Emerito, Università di Cagliari

     

    Nato per caso a Brescia – la sua famiglia era di passaggio per il lavoro del padre – in questa città ha trascorso la maggior parte della sua vita professionale ed ha scelto di essere sepolto. Il Prof. PierFranco Spano è stato un Farmacologo di fama internazionale ed ha contribuito in maniera significativa alle ricerche nell’ambito delle Neuroscienze e della Farmacologia. In un periodo di oltre cinquanta anni di intensa attività di ricerca ha pubblicato più di 400 articoli che descrivono scoperte fondamentali per la comprensione della neurotrasmissione dopaminergica, delle funzioni neurobiologiche dei fattori trascrizionali NF-kappaB, della malattia di Parkinson, della schizofrenia e dei tumori ipofisari, della rigenerazione nervosa. Il Prof. Spano è sempre stato considerato un illustre mentore accademico e scientifico avendo contribuito alla formazione, alla guida ed alla maturazione della carriera di numerosi scienziati che lavorano nel campo della Farmacologia e di aree affini sia in Italia che all’estero.

    Per la sua attività di mentore di futuri scienziati e la sua eccellente attività di ricerca in ambito neurofarmacologico, nel 2017 il Prof. Spano è stato insignito del Lifetime Achievement Award dalla Società Italiana di Farmacologia e del Golgi Medal Award dalla Fondazione Camillo Golgi.

    Le pietre miliari della carriera del Prof. PierFranco Spano che hanno contribuito all’avanzamento delle conoscenze nel campo della moderna neurofarmacologia sono la scoperta dei recettori D2 per la dopamina e la determinazione dell’effetto degli agonisti ed antagonisti D2 specifici nell’ambito della malattia di Parkinson, della schizofrenia e dei tumori ipofisari; la caratterizzazione dei recettori D2 periferici; l’identificazione del ruolo dei fattori NF-kappaB nella modulazione dei processi degenerativi e neuroprotettivi; l’introduzione della rivastigmina per il trattamento dei disordini a Corpi di Lewy e l’identificazione dei meccanismi di degenerazione sinaptica nelle sinucleinopatie.

    Il Prof. PierFranco Spano ha iniziato la sua attività di ricerca presso l'Università di Cagliari nel gruppo del Prof. Gian Luigi Gessa studiando la neurobiologia e la farmacologia della trasmissione catecolaminergica. In giovane età ha lavorato come Visiting Assistant Professor e Visiting Scientist alla Columbia University di New York e poi al National Institute of Mental Health di Bethesda diretto dal Prof. Bernard Beryl Brodie. Di quel periodo ricordava spesso la forza ispiratrice del grande maestro che annoverava fra i suoi allievi premi Nobel come Julius Axelrod e Arvid Carlson. Successivamente si è trasferito all'Università di Milano.

    Alla fine degli anni ’70, sull’onda dell’interesse alimentato dalla disponibilità dei nuovi derivati dell’Ergot e dei derivati benzamidici, ha eseguito studi pionieristici che hanno dimostrato l’esistenza di una nuova famiglia di recettori dopaminergici non accoppiati all’adenilato ciclasi ma responsivi all’attività dell’agonista bromocriptina e bloccati dall’antagonista sulpiride. Nel 1978, definì per la prima volta due sottotipi recettoriali per la dopamina denominati D1 e D2. Nel 1980 vince la Cattedra di Farmacologia presso l’Università di Cagliari e nel 1983 si trasferisce a Brescia. In questa città partecipa alla costruzione della nuova Università, con grande impegno istituzionale. Nel 1990 diviene Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia e negli anni successivi ricopre ruoli di responsabilità nel Consiglio della Ricerca e nella Biblioteca di Ateneo. Ha inoltre lavorato con grande dedizione ed entusiasmo alla costruzione di una scuola bresciana di Farmacologia che ha continuato gli studi sulla caratterizzazione della trasmissione dopaminergica nel sistema nervoso centrale e periferico, incluso il suo coinvolgimento nelle regolazione delle funzioni e dei tumori dell’ipofisi.

    Appartengono agli anni successivi gli studi sulla rigenerazione nervosa e sui meccanismi patogenetici delle malattie neurodegenerative focalizzati alla trasmissione mediata da aminoacidi eccitatori, al pathway di NF-kappaB e alla patologia associata alla deposizione di alfa-sinucleina. 

    Di grande ispirazione sono sempre stati i suoi richiami agli aspetti più traslazionali della ricerca neurofarmacologica. Brillante fu la sua intuizione che la rivastigmina, inibitore innovativo delle colinesterasi, potesse avere efficacia nel trattamento della demenza a corpi di Lewy. Intuizione che lo condusse a collaborare con il gruppo britannico del neurologo Ian McKeith per produrre quello che diverrà un milestone nella terapia delle malattie neurodegenerative. 

    Come allievi abbiamo avuto l’onore ed il privilegio di affiancare il Prof. Spano nella sua attività accademica e di ricerca e poterne apprezzarne la grande sensibilità scientifica e umana. La sua spinta compulsiva verso il sapere sempre nuovo che scaturiva molto spesso da una passione profonda per la storia della scienza, “un passato da celebrare per immaginare il futuro”, come ci diceva, unita ad un richiamo continuo al rigore dimostrativo. La sua discrezione, la sua ironia, la sua capacità di visione che sapeva conferire dignità e onore alla ricerca in un paese che lo faceva soffrire, ma che ha sempre amato profondamente.

    Il Prof. PierFranco Spano è stato membro di numerose Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali. È stato tra i fondatori della Società Italiana di Neuroscienze e dal 1986 al 1990 è stato membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Farmacologia. È stato Presidente Onorario della Lega Italiana per la Malattia di Parkinson e le Sindromi Extrapiramidali, ha fondato e diretto la Scuola Europea di Medicina ed è stato inoltre membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Italiano di Neuroscienze. Ha partecipato all’organizzazione di numerosi Congressi, Simposi e Conferenze Nazionali ed Internazionali quali il Congresso della Società Italiana di Farmacologia tenutosi a Brescia nel 1988, il Dopamine International Conference di Como nel 1990, il Congresso della Società Italiana di Neuroscienze a Brescia nel 1997, la Camillo Golgi Winter Conference on Neuroscience del 1992 e 1993.

    Il Prof. Spano ha continuato a frequentare i laboratori della Farmacologia bresciana sino agli ultimi giorni, sempre con grande entusiasmo, ottimismo e creatività. Il suo studio diventerà una sala di lettura che conserverà le sue carte e suoi appunti, a disposizione di chi vorrà continuare ad occuparsi di Scienza.

     

    F.to I suoi allievi

     

  • N° 3 - N°4 iscrizioni gratuite per giovani Soci SIF, under 38, non strutturati per la partecipazione alla International Summer School “Cancer Biology and Therapeutic Strategies Towards Personalized Medicine” - Lipari, 4-9 giugno 2018

    La SIF bandisce n. 4 iscrizioni gratuite, dell’importo massimo di € 600,00 cadauna, per giovani Soci SIF, under 38, non strutturati, in regola con il versamento della quota associativa, per la partecipazione alla International Summer School “Cancer Biology and Therapeutic Strategies Towards Personalized Medicine " che avrà luogo a Lipari dal 4 al 9 giugno 2018.

    Scadenza per l’invio delle domande: 05 febbraio 2018.

     

  • N° 4 - N°20 iscrizioni gratuite per giovani Soci SIF under 38, non strutturati, Soci SITOX, per la partecipazione al 18° Congresso Nazionale della SITOX

    Bologna, 10-13 aprile 2018

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 5 - N°35 iscrizioni gratuite per giovani Soci SIF under 38, non strutturati, Soci SIC, per la partecipazione al 29° Congresso Nazionale della SIC

    Trieste, 1-3 marzo 2018

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 6 - ATOX Corso avanzato di tossicologia clinica: trattamenti e procedure nelle intossicazioni acute - Milano, 12-13 dicembre 2017

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 7 - Convegno “Therapeutic Drug Monitoring e personalizzazione della terapia: Aspetti clinici e metodologici dei farmaci monoclonali ed anti-infettivi” - Torino, 16 gennaio 2018

    Ospedale Molinette, Città della Salute e della Scienza di Torino, Aula Lenti

    Corso Bramante, 88, 10126 Torino.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 8 - Nuove strategie terapeutiche per il dolore cronico: dalla tossina botulinica alla cannabis terapeutica – Modena, 20 gennaio 2018

    Aula CS0.2 Piano Terra - Centro Servizi - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Via del Pozzo, 71, 41125 Modena.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 9 - 3° Convegno di Anticoagulazione.it. Attualità cliniche e di laboratorio. Aspetti sociali - Bologna, 25-26 gennaio 2018

    Bologna - Savoia Hotel Regency

     

    Via del Pilastro, 2, 40127 Bologna.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 10 - The 1st International Congress of Hypertension in Children and Adolescents (ICHCA) - Valencia, Spain, 9-11 February 2018

    Hypertension in children and adolescents has shown exponential growth in many countries and there is a compelling need to address this epidemic by promoting education, research and scientific exchange. The Congress has been designed to provide an innovative and comprehensive overview of the latest research developments in hypertension in children and adolescents that are relevant to both pediatrics and adult internists, cardiologists, nephrologists, endocrinologists, pharmacologists, epidemiologists and scientists.

    Many distinguished clinicians and scientists have joined the faculty and will take part in this Congress. Papers will be presented in the form of plenary sessions, symposia, workshops, oral presentations and posters.

    Additional information can be found on the official website http://htpaediatrics.com/.

     

  • N° 11 - 29° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chemioterapia - Trieste, 1-3 marzo 2018

    Per maggiori informazioni: http://www.theoffice.it/eventi/sic2018/.

     

  • N° 12 - Convegno Monotematico su “Farmacologia Clinica”, organizzato dai Proff. Rossi, Danesi e Capuano - Napoli, 15-16 marzo 2018

    Aula Bottazzi - Complesso di Sant’Andrea delle Dame - Dipartimento di Medicina Sperimentale - Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli” - Vico Luigi De Crecchio, 7, 80138 Napoli.

     

    Maggiori informazioni

     

     

  • N° 13 - Lake Como School of Advanced Studies, Genes Epigenome and Environment in Pathophysiology of Brain Illness - Como, 9-13 April 2018

    Villa del Grumello, Como.

     

    Per maggiori informazioni: http://lakecomoschool.org

     

  • N° 14 - 18° Congresso Nazionale della SITOX “Innovazione, sicurezza e sostenibilità nell’era 4.0” - Bologna, 10-13 Aprile 2018

    Per maggiori informazioni: http://congresso.sitox.org.

     

  • N° 15 - Convegno in ricordo di Giampaolo Velo “Le passioni di Velo: dalle prostaglandine all’ecofarmacovigilanza” - Verona, 13 aprile 2018

    Aula “R. Vecchioni” Lente Didattica, Policlinico G.B. Rossi, Verona

    Piazzale Ludovico Antonio Scuro, 10, 37100 Verona.

     

    Per maggiori informazioni

     

     

  • N° 16 - Second congress on the Eph/ephrin system - Parma, 3-4 maggio 2018

    Università degli Studi di Parma, Strada Università, 12, 43100 Parma.

     

    Per maggiori informazioni: www.ephrins.org

     

  • N° 17 - 11° Forum Nazionale Pharma – Ricerca Innovazione Accesso in Farmacologia - Stresa (VB), 23-24-25 maggio 2018

    Grand Hotel Bristol Stresa

    Corso Umberto I, 73, 28838 Stresa VB.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 18 - The 25th International Congress on Thrombosis - Venice, Italy, May 23-26, 2018

    Event's website: http://www.thrombosis2018.org.

     

    As you all are aware of, thrombosis (coronary, cerebral and venous) accounted for two of three deaths in 2010 (Lancet 2012; 380:2095-128). Prevention and treatment of thromboembolic events is therefore a main issue in medicine that involves all the components of health care system. Recently, a strong boost in this field came from the introduction of new antithrombotic agents whose use is expanding with the need of more information by real-life studies. Thus, ICT is an important venue to compare clinical experiences and learn new advances in basic and pharmacological sciences. The meeting has the aim to prepare unique scientific program based on lectures, presentations,discussion and ‘Pros’ and ‘cons’ debates. Also, this conference offers the opportunity for 6 young (< 40) investigators - the ones with the highest abstract score-) to have full access to a major symposium as invited speakers by having travel, accommodation and registration entirely covered by the organization.

     

  • N° 19 - The First Nordic Conference on Personalized Medicine 2018 (NorPM 2018) - Nyborg, Denmark, May 30th - June 1st 2018

    The First Nordic Conference on Personalized Medicine 2018 (NorPM 2018) will be held from May 30th to June 1st in 2018 in Nyborg, Denmark.

    The conference is supported by the Independent Research Fund Denmark | Medical Sciences, and it is proudly endorsed by the Danish Society of Clinical Pharmacology.

    It is a 2.5-day conference, which will focus on both basic and clinical aspects of research regarding personalized medicine. The excellent and international program covers various aspects of personalized medicine and will span mechanisms of drug variability to clinical implementation of this knowledge. Information regarding organisers, scientific board, sessions and confirmed speakers can be found at www.norpm2018.com.

     

  • N° 20 - Convegno Monotematico del GDL Dipendenze Patologiche, “Inside the addicted brain: understanding the neurobiology to program the intervention”, organizzato dalle Prof.sse Parolaro e Rubino Varese, 31 maggio – 1 giugno 2018

    Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita, Università dell’Insubria (in collaborazione con la Fondazione Zardi-Gori).

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 21 - Convegno Monotematico, organizzato dalla Prof.ssa Carla Ghelardini, “Glial cells and therapeutic perspectives: from maladaptive plasticity to neurorestoration” - Firenze,29 giugno 2018

    Maggiori informazioni

     

     

  • N° 22 - Convegno Monotematico, organizzato dalla Prof.ssa Sabrina Angelini “Research progress in Pharmacogenomics: Personalised medicine and clinical translation” - Bologna, 5-6 luglio 2018

    Maggiori informazioni saranno inserite prossimamente su SIFWEB alla pagina:

    http://www.sifweb.org/eventi.

     

  • N° 23 - WCP2018, Kyoto, July 1-6, 2018 - Abstract submission deadline has been extended until: Wednesday, January 10, 2018

    Per maggiori informazioni:

    http://www.wcp2018.org/

     

  • N° 24 - Convegno Monotematico SIF “Therapeutic Applications of Nitric Oxide in Cancer and Inflammatory-related Disorders” - Siena, October 4-5, 2018

    Accademia dei Fisiocritici, Siena.

    Piazzetta Silvio Gigli, 2,, 53100 Siena.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 25 - Convegno Monotematico “Trial clinici e off-label in pediatria: verso la medicina di precisione”, proposto da Gabriele Stocco - Trieste, 29 ottobre 2018

    Maggiori informazioni

     

  • N° 26 - Università di Pavia, quattordicesima edizione del Master biennale di secondo livello in Discipline Regolatorie “G. Benzi”, biennio 2017-2019

    L'Università di Pavia ha istituito per il biennio accademico 2017-2019 la quattordicesima edizione del Master Universitario Biennale di II livello in Discipline Regolatorie “G. Benzi”.

    Scadenza per la presentazione delle domande: 12 gennaio 2018.

    Bando e istruzioni per l’iscrizione sono disponibili anche al seguente link dell’Università di Pavia:

    http://www.unipv.eu/site/home/didattica/post-laurea/master/master-ii-livello/articolo13742.html.

    Si ricorda che anche per il biennio 2017-2019 IL Master ha ricevuto la certificazione INPS: sono a diposizione 4 borse di studio INPS, a totale copertura della quota di iscrizione, per i figli e orfani di dipendenti pubblici.

     

  • N° 27 - Master “Le tossicodipendenze in prospettiva multidisciplinare” - Università di Roma Unitelma Sapienza

    Dalle nuove droghe al doping, dal gioco d’azzardo alle politiche di riduzione del danno, il master Unitelma Sapienza sulle tossicodipendenze si propone di parlare di dipendenze con l’aiuto di medici, farmacologi, sociologi, filosofi ed epidemiologi che da anni si occupano di tossicodipendenza ai più alti livelli internazionali.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 28 - Prima Edizione del Master Universitario di II livello, “Sperimentazione Clinica, Accesso al farmaco e Outcome Research” - Coordinatore: Prof.ssa Amelia Filippelli, Università di Salerno

    Il Master universitario di II livello “Sperimentazione Clinica, Accesso al Farmaco e Outcome Research" è il primo in grado di fornire il know how specifico in materia di progettazione, monitoraggio e analisi degli studi clinici - dalle sperimentazioni cliniche fino alla valutazione degli interventi sanitari.

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 29 - 2° Edizione Master “Salute e Medicina di Genere”, Firenze

    Dal prossimo mese di dicembre inizierà a Firenze, presso il Dipartimento di Scienze della Salute (Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi), la seconda edizione del Master di 2° livello dell’Università di Firenze in Salute e Medicina di Genere, aperto ai principali profili di lauree magistrali (Medicina e Chirurgia, Farmacia, Odontoiatria, Biologia, Psicologia, Biotecnologie, Scienze Infermieristiche ed Ostetriche,  Fisioterapia, Dietistica). Il percorso formativo fa parte dell’offerta didattica 2017-2018 approvata dagli organi di governo dell’Ateneo Fiorentino. La figura professionale formata avrà competenze trasversali ed acquisirà conoscenze tali da promuovere la cultura nel campo della Salute e Medicina di Genere con l’obiettivo di limitare le diseguaglianze di genere per la prevenzione, diagnosi e terapia e con la finalità di un salto di paradigma nell’offerta dei servizi sanitari. Il Master prevede un percorso didattico multidisciplinare allo scopo di fornire le conoscenze sia di base che specialistiche per una corretta comprensione del vasto panorama della Salute e Medicina di Genere. Tale panorama inizia da una epidemiologia che vede una prevalenza nettamente diversa di numerose patologie nei due generi (malattie cardiovascolari, diabete, Alzheimer ed altre demenze, disfunzioni tiroidee, ecc, ecc) a fronte di una medicina tradizionale che le ha studiate quasi esclusivamente nel genere maschile. Le differenti incidenze e prevalenze si esprimono con quadri clinici spesso diversi che necessitano di una diagnostica informata e attenta alla precoce individuazione di tali differenze. Così come i quadri fisio-patologici delle malattie, anche le conoscenze e le sperimentazioni relative ai farmaci discriminano in senso negativo le donne, privilegiando negli studi preclinici e clinici il genere maschile. La donna presenta invece peculiarità farmacocinetiche e farmacodinamiche ad oggi poco note e indagate nella ricerca farmacologica che si traducono in differenti effetti sia terapeutici che tossici, conoscenze che dovrebbero invece essere comprese nel curriculum formativo delle varie professioni sanitarie.

    L’attività didattica, sia frontale che svolta con tirocini specifici nell’ambito dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi, si articolerà nei seguenti moduli:

    Modulo I- Salute e Medicina di Genere: un salto di paradigma

    -   Salute e Medicina di Genere in Italia e in Europa: strategie, azioni e professioni sanitarie

    Modulo II- La medicina declinata in ottica di genere: percorsi preventivi e diagnostico-Terapeutici

    -   Fisiopatologia cardio-toraco e cerebro-vascolare

    -   Apparato riproduttivo ed endocrino

    Modulo III- La sfida della Medicina di Genere: dalla ricerca alla pratica clinica personalizzata

    -   Farmacocinetica, farmacodinamica, farmacogenetica

    -   Le principali tematiche saranno trattate da docenti di vari Atenei, ISS, Ospedali e Società Scientifiche quali Giovannella Baggio ( Professore ordinario di Medicina di Genere – Padova), Achille Caputi ( Professore ordinario di Farmacologia – Messina), Giovanni Biggio (Professore ordinario di Farmacologia – Cagliari), Valter Malorni ( Centro di ricerca Medicina di Genere ISS), Cecilia Politi ( Direttore UOC Medicina Interna - Isernia), Anna Maria Moretti ( Direttore UOC Medicina apparato respiratorio – Policlinico di Bari).

    Il mercato del lavoro di riferimento saranno ospedali pubblici e privati, servizi ambulatoriali territoriali, strutture convenzionate con il SSN, Industrie Farmaceutiche. La finalità formativa del Master è quindi quella di formare figure professionali che possiedano una conoscenza multidisciplinare (fisiologia, patologia, farmacologia, pediatria, etc.) tale da consentire l’applicazione di percorsi preventivi e diagnostico-terapeutici finalizzati al riconoscimento, alla valutazione e ad un trattamento differenziato per genere delle varie patologie. Un altro obiettivo peculiare è l’acquisizione di specifiche conoscenze sull’attività e/o reazioni avverse ai farmaci genere-dipendenti.

    Sede del Corso: Dipartimento di Scienze della Salute (DSS) - Viale Pieraccini, 6 - Firenze

    Durata delle attività didattiche: 10 mesi; le lezioni frontali si svolgeranno in due-tre giornate al mese

    Periodo di svolgimento del Corso: dicembre 2017 - ottobre 2018

    Scadenza delle domande di ammissione al master: 14 novembre 2017

    Quota di iscrizione: € 2.500,00=

     

    Per maggiori informazioni

     

  • N° 30 - Master Universitario di II livello in “Risk Analysis in Sanità Frontaliera” - Università di Messina

    Per maggiori informazioni: http://www.sifweb.org/soci/per_chi_studia.

     

  • N° 31 - Master di II livello In “Farmacovigilanza, farmacoepidemiologia e farmacoeconomia: valutazioni tramite utilizzo di Real World Data” - Università di Messina

    II edizione, anno accademico 2017-2018.

     

    Per maggiori informazioni: http://www.sifweb.org/soci/per_chi_studia.

     

  • N° 32 - Corso di perfezionamento in Antibiotico-resistenza: approccio one heath dal laboratorio alla pratica clinica e veterinaria - Università di Verona

    L’Università di Verona propone per l’anno accademico 2017-18 la prima edizione del Corso di Perfezionamento in Antibiotico-resistenza: approccio one health dal laboratorio alla pratica clinica e veterinaria. L'istituzione di un corso di perfezionamento e di aggiornamento sull'antibiotico-resistenza nasce dalla drammatica diffusione dei ceppi di microorganismi multi-resistenti che rende necessario l'ampliamento delle conoscenze sulle nuove tecniche di identificazione rapida di questi microrganismi, la messa in atto di adeguate procedure di sorveglianza sanitaria di pazienti fragili o immunocompromessi che possono contrarre questo tipo di infezioni e, non da ultimo, la necessità di formare il personale medico sulla necessità di utilizzare al meglio le molecole antibatteriche a disposizione. Il corso è indirizzato anche alla figura del veterinario perché il problema richiede un’approccio one -health. Si vuole, in particolare, addestrare il personale di laboratorio sulle nuove metodiche di identificazione e diagnosi rapida di questi ceppi batterici portatori di resistenza agli antibiotici. Inoltre, vi è l'obiettivo di stilare delle raccomandazioni rivolte ai medici e veterinari partecipanti, finalizzate a attuare delle scelte antibiotiche razionali e virtuose, così da ottimizzare l'approccio terapeutico e contrastare, in ultima analisi, l'antibiotico-resistenza.

    Il corso si articola in tre moduli che verranno sviluppati attraverso lezioni frontali, attività di laboratorio e attività di gruppo in presenza di tutors ed è rivolto a tutti coloro che lavorano in ambito sanitario: tecnici di laboratorio, medici, biologi, veterinari.
    Le iscrizioni sono aperte fino al 28 febbraio 2018.


    Maggiori informazioni

     

  • N° 33 - Borse di studio SIF-MSD. Relazione di metà periodo della Dr.ssa Natasha Irrera

    Istituto di provenienza: Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università di Messina. Istituto dove è stata svolta la ricerca: Division of Translational Medicine, New York University.

     

    Il testo completo della relazione è disponibile su SIFWEB, sezione “Resoconti Borsisti SIF- 2018

     

  • N° 34 - Borse di studio SIF-Assogenerici. Relazione finale della Dr.ssa Ylenia Ingrasciotta

    Dipartimento di Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali, Università di Messina.

     

    Il testo completo della relazione è disponibile su SIFWEB, sezione “Resoconti Borsisti SIF- 2018