la società

edicola

documenti

eventi

SIF Magazine

per i soci

risorse online


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Squilibri elettrolitici

Simona Spampinato, Antonella Di Sotto

Gli elettroliti principali nel nostro organismo sono gli ioni calcio, sodio, magnesio e potassio. Questi svolgono importanti funzioni nella regolazione della trasmissione nervosa e muscolare (il calcio, il magnesio e il potassio) e nel mantenimento del corretto equilibrio idrico nel nostro corpo (sodio). Quando la concentrazione nel sangue di uno di questi ioni è alterata possono aversi gravi conseguenze nel funzionamento dell’organismo. Tra i sintomi si possono avere: eccessiva sete o urinazione aumentata, crampi, dolori muscolari, formicolii, senso di confusione, disorientamento, debolezza, difficoltà a respirare.

Condizioni che possono comportare uno squilibrio elettrolitico sono la disidratazione da vomito o diarrea, che determina elevati livelli di sodio (ipernatriemia) e perdita di potassio (ipokaliemia); quest’ultima condizione può verificarsi anche per uso prolungato di lassativi o diuretici e può comportare alterazioni del ritmo cardiaco. Altre condizioni possono essere disturbi dell’alimentazione, malassorbimento intestinale o disfunzioni endocrine che si riflettono spesso sui livelli di calcio e di magnesio.