la società

edicola

documenti

eventi

SIF Magazine

per i soci

risorse online


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Test antigenico per SARS-CoV-2

Luigi Cari

Il test antigenico, detto anche “test rapido”, è un test diagnostico per SARS-CoV-2 che si basa su un approccio completamente differente da quello del test molecolare. Se il test molecolare, infatti, va a cercare il materiale genetico appartenente al virus, il test antigenico va a rilevare la presenza di alcune delle proteine di cui è composto il virus (antigeni virali).

Questa metodica prevede, come per il test molecolare, il prelievo di una piccola quantità di materiale biologico dalle cavità nasali o dalla gola dei soggetti da testare; questo materiale viene poi messo a contatto con una striscia di carta (contenuta in una piccola confezione di plastica), dove sono presenti anticorpi in grado di “catturare” le proteine virali di SARS-CoV-2 e, nel caso questo avvenga, il test sviluppa una reazione colorimetrica. Qualora venga rilevata la presenza di proteine virali di SARS-CoV-2 nei campioni analizzati vuol dire che è in corso un’infezione e, di conseguenza viene certificata la positività al virus.

Il vantaggio di questa metodica rispetto al test molecolare è che è possibile ottenere una risposta in tempi brevi (15-30 minuti o anche meno), il che rende questo tipo di test particolarmente utile in determinate situazioni in cui è fondamentale ottenere una risposta in tempi rapidi, come ad esempio negli aeroporti.

Il principale limite di questo tipo di test è che, per far si che la reazione colorimetrica sia rilevabile, è necessario che il quantitativo di antigeni virali presenti nel campione sia elevato, pertanto il test antigenico non è in grado di rilevare la positività di soggetti con una bassa carica virale, che rischiano di venire erroneamente considerati negativi (falsi negativi).

È allo studio la possibilità di effettuare test antigenici per SARS-CoV-2 anche utilizzando campioni di saliva.