la società

edicola

documenti

eventi

SIF Magazine

per i soci

risorse online


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Vescicole extracellulari

Giuseppe Nocentini, Chiara Platania

Tutte le cellule del nostro organismo rilasciano al loro esterno delle sfere la cui superficie è costituita dagli stessi grassi (fosfolipidi) che costituiscono la membrana cellulare e le membrane degli organelli all’interno della stessa cellula. In particolar modo, queste vescicole sono prodotte da un particolare organello cellulare chiamato endosoma, un magazzino o centrale di smistamento di molecole che trasmettono segnali.

Inoltre, l’endosoma è anche un organello che decide se una molecola, considerata uno scarto, deve essere degradata all’interno di altri organelli chiamati lisosomi, che funzionano come un impianto di riciclaggio.

Gli esosomi sono vescicole prodotte dall’endosoma e in precedenza si pensava che il rilascio di queste vescicole fosse una forma di detossificazione della cellula, ovvero si pensava che gli esosomi fossero come dei sacchi di spazzatura buttati “fuori casa” dalla cellula. Invece oggi si sa che gli esosomi rilasciano diverse molecole o messaggi tra cellule vicine o lontane.