vai a SIF Argomenti Video Interviste Autori Pillole di Salute Chi siamo Cerca
sif-magazine-logo
g
Argomenti
Video Interviste Autori Pillole di Salute Chi siamo
Argomenti
Cerca in SIF Magazine

Farmaci dal mare: le potenzialità del Mediterraneo a darci i medicinali del futuro

27 gennaio 2022

Farmaci dal mare: le potenzialità del Mediterraneo a darci i medicinali del futuro
Tra i prodotti naturali ci sono anche quelli di origine marina. Il Mediterraneo è un prezioso bacino di biodiversità con 17000 specie diverse, il 7.5% delle specie mondiali al di sotto di una superficie che è appena lo 0.82% del totale. Pesci, molluschi, alghe, spugne, coralli, piante e molto altro che rappresentano un formidabile catalogo di molecole bioattive che, in forma singola o complessa, possono offrire supporto alla specie umana anche da un punto di vista terapeutico.

Cos’è la Farmacologia Marina?

La farmacologia marina è una disciplina intrigante e in rapida crescita che unisce la farmacologia dei composti naturali alla "blue biotechnology" (cioè l'uso di metodi e tecnologie biologiche sugli organismi acquatici per acquisire conoscenze o benefici).

Sono attualmente in commercio 17 farmaci con principi attivi di origine marina con attività antitumorale, antivirale, anti-dislipidemica e analgesica1, 4 molecole sono oggetto di studi di fase 3, 9 di fase 2, 16 di fase 1.

Numerosi altri prodotti marini sono stati analizzati in studi preclinici (cioè quelli svolti in laboratorio in modelli che simulano le condizioni di patologie umane) rivolti ad aree terapeutiche diverse, tra cui principalmente malattie neurodegenerative, infiammatorie e tumorali2-4 .

Nonostante gli sforzi scientifici compiuti, il settore rimane per la gran parte inesplorato.

Cosa significa studiare i prodotti marini e le loro attività biologiche?

L’aumento della conoscenza dei prodotti marini e delle loro attività biologiche è la base per individuare nuovi approcci terapeutici fondati su molecole sintetizzate dagli organismi marini.

Nuovi composti da utilizzare come singolo principio attivo o da utilizzare per lo sviluppo di successivi derivati ma anche la possibilità di ottenere prodotti complessi costituiti dall’insieme (o solo da una parte) delle sostanze presenti in quegli organismi.

La possibilità di scoprire le sinergie che si sviluppano tra le sostanze presenti in un organismo marino, così come abbiamo imparato a riconoscere negli estratti di piante medicinali, e vedere come queste contribuiscono a curare le patologie dell’uomo.

L’esempio delle spugne.

Le spugne sono i più antichi animali unicellulari viventi sul pianeta e la lunga evoluzione delle loro strategie evolutive le ha rese produttori di una ampia gamma di metaboliti primari e secondari che hanno garantito la loro sopravvivenza in assenza della capacità di muoversi liberamente e di difese fisiche.

Molto recentemente un gruppo di ricercatori, membri dello IUPHAR Mediterranean Group of Natural Product Pharmacology, ha esaminato gli studi di farmacologia che riguardano le spugne endemiche del mar Mediterraneo5.

Sono state individuate 33 specie di spugne con proprietà salutistiche, cioè con componenti che possono essere utili per la salute dell’uomo.

Qual’è il valore aggiunto della ricerca di farmaci dagli organismi marini?

La riserva di organismi marini può diventare il secondo serbatoio di prodotti da valorizzazare, a scopo terapeutico, dopo l’esperienza degli ultimi 30 anni con i prodotti della terra, perlopiù di origine vegetale.

Alla luce di questo, prende forza l’ipotesi che i prossimi anni possano essere lo scenario di una analoga rivoluzione basata sui prodotti del mare. Il mare come riserva di prodotti utili al benessere dell’uomo e volàno di una crescita culturale, ambientale, sociale ed economica immaginando uno sfruttamento sostenibile delle risorse anche con la messa a punto di opportune coltivazioni di alcuni di essi.

Il primo congresso degli esperti di prodotti naturali di tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

L’interesse per un utilizzo consapevole delle risorse marine ha una risonanza mondiale come confermato da interventi internazionali e dalla costituzione del cluster italiano Blue Italian Growth.

Le Nazioni Unite hanno proclamato il periodo 2021-2030 come Ocean science decade per uno sviluppo sostenibile. In questo contesto, il congresso 1st Joint meeting on Natural Products Pharmacology SIF - SIPHAR – IMGNPP che si svolge a Napoli dal 24 al 26 febbraio 2022, propone il Mediterraneo come laboratorio ideale dove mettere in pratica ricerca, sperimentazione, valorizzazione e applicazione della farmacologia marina auspicando un "Blue New Deal".

 

Riferimenti bibliografici e sitografici:

 

1 Cappello, E., & Nieri, P. (2021). From Life in the Sea to the Clinic: The Marine Drugs Approved and under Clinical Trial. Life (Basel, Switzerland), 11(12), 1390. https://doi.org/10.3390/life11121390

 

2 Lima, E., & Medeiros, J. (2022). Marine Organisms as Alkaloid Biosynthesizers of Potential Anti-Alzheimer Agents. Marine drugs, 20(1), 75. https://doi.org/10.3390/md20010075

 

3 Julianti, E., Abrian, I. A., Wibowo, M. S., Azhari, M., Tsurayya, N., Izzati, F., Juanssilfero, A. B., Bayu, A., Rahmawati, S. I., & Putra, M. Y. (2022). Secondary Metabolites from Marine-Derived Fungi and Actinobacteria as Potential Sources of Novel Colorectal Cancer Drugs. Marine drugs, 20(1), 67. https://doi.org/10.3390/md20010067

 

4 Li, C. Q., Ma, Q. Y., Gao, X. Z., Wang, X., & Zhang, B. L. (2021). Research Progress in Anti-Inflammatory Bioactive Substances Derived from Marine Microorganisms, Sponges, Algae, and Corals. Marine drugs, 19(10), 572. https://doi.org/10.3390/md19100572

 

5 Di Cesare Mannelli, L., Palma Esposito, F., Sangiovanni, E., Pagano, E., Mannucci, C., Polini, B., Ghelardini, C., Dell'Agli, M., Izzo, A. A., Calapai, G., de Pascale, D., & Nieri, P. (2021). Pharmacological Activities of Extracts and Compounds Isolated from Mediterranean Sponge Sources. Pharmaceuticals (Basel, Switzerland), 14(12), 1329. https://doi.org/10.3390/ph14121329

Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi

Potrebbero interessarti

farmacologia-per-principianti-come-si-curano-le-allergie

15 aprile 2024

Farmacologia per principianti: come si curano le allergie?

Un farmaco per ogni stagione: gli antistaminici

telemedicina-e-terapie-digitali-quanto-aiutano-a-migliorare-la-salute

10 aprile 2024

Telemedicina e Terapie digitali: quanto aiutano a migliorare la salute?

La telemedicina, cioè le più disparate tecnologie digitali incluse le terapie digitali, permettono di effettuare a distanza interventi sulla salute e sull’assiste...

pericolosita-covid-19-nei-malati-rari-quali-farmaci-assumere-con-prudenza

14 aprile 2020

Pericolosità COVID-19 nei malati rari. Quali farmaci assumere con prudenza?

I malati rari sono più vulnerabili. Quali sono le strategie farmacologiche da mantenere o da usare con cautela nelle malattie rare non oncologiche?

prodotti-naturali-con-attivita-antinfiammatoria-quali-e-perche

17 febbraio 2022

Prodotti naturali con attività antinfiammatoria: quali e perché

L'infiammazione è un processo che l’organismo attiva, con il contributo del sistema immunitario, per ripristinare i tessuti danneggiati da ferite, oppure da patol...

Dallo stesso autore

farmaci-dal-mare-le-potenzialita-del-mediterraneo-a-darci-i-medicinali-del-futuro

27 gennaio 2022

Farmaci dal mare: le potenzialità del Mediterraneo a darci i medicinali del futuro

Tra i prodotti naturali ci sono anche quelli di origine marina. Il Mediterraneo è un prezioso bacino di biodiversità con 17000 specie diverse, il 7.5% delle speci...