The Company
Fellows
Publications
Activities
Events
Bids
Press
SIF Magazine
Payments
The Company
La società
Documentazione societaria
Publications
Testate SIF
Covid 19
Documenti
Fellows
Informazioni
Documentazione Societaria
Pagamenti

GdL Obesità, Sindrome Metabolica e Disordini Alimentari

(acronimo: GDL OSMEDA)

 

Soci coordinatori:

Silvana Gaetani (silvana.gaetani@uniroma1.it), Carlo Cifani (carlo.cifani@unicam.it)

 

Presentazione del gruppo e obiettivi

 

L’obesità, la sindrome metabolica e i disturbi del comportamento alimentare (tra cui anoressia nervosa, bulimia nervosa e binge-eating disorder) sono vere e proprie malattie, particolarmente difficili da trattare a causa delle loro complesse basi fisiopatologiche. Infatti, la regolazione del peso corporeo, del metabolismo energetico e del comportamento alimentare sono la risultante dell’integrazione di molteplici fattori metabolici, nutrizionali, biologici, genetici, psicologici, sociali ed ambientali. Per tale motivo l’approccio scientifico a tali patologie e la pratica clinica devono essere necessariamente multidisciplinari ed integrare quindi ampie competenze, dalla biologia molecolare alla sociobiologia, dalla farmacologia all'economia.

Il costante aumento di tali patologie rende sempre più necessario un confronto costante e sinergico tra esperti; tale necessità è ulteriormente dettata dalla limitata disponibilità di terapie farmacologiche efficaci e sicure, nonché dalla elevata presenza di co-morbilità che necessitano di trattamenti multipli e/o di politerapie farmacologiche.

Il GDL SIF su “Obesità, sindrome metabolica e disordini alimentari” si propone di contribuire all’ampio dibattito medico e della ricerca di base finalizzato all’individuazione di nuovi bersagli farmacologici, per lo sviluppo di approcci terapeutici innovativi, efficaci, più sicuri e realmente curativi, ovvero non solo sintomatici come quelli attualmente disponibili.

Il gruppo di lavoro affronterà, altresì, l’attualissima tematica legata all’uso dei nutraceutici e degli integratori alimentari nel campo delle malattie del metabolismo e dell’obesità. Negli ultimi anni il mercato di questi prodotti è cresciuto enormemente. L’autoprescrizione di tali prodotti tuttavia espone il consumatore a un forte rischio di effetti indesiderati, derivanti dall’interazione con eventuali altri farmaci assunti in contemporanea, oppure con diversi alimenti. A quanto appena evidenziato, si aggiunge poi che gli integratori alimentari spesso includono sostanze non adeguatamente studiate dal punto di vista farmacologico e tossicologico e pertanto spesso risultano assolutamente inefficaci o potenzialmente nocivi.

 

Sulla base di tali premesse, gli obiettivi specifici del GDL sono i seguenti:

1)    promuovere il confronto scientifico diretto tra ricercatori, favorendo lo sviluppo di collaborazioni scientifiche sinergiche e proficue non solo per la progressione della conoscenza, ma anche per la costituzione di reti scientifiche per la partecipazione a bandi di finanziamento, sia a livello nazionale che internazionale;

2)    rappresentare un’importante occasione di formazione e di sviluppo per i giovani farmacologi, che potranno apprendere non solo gli aspetti metodologici della ricerca di base e clinica, ma favorire anche la diffusione degli aspetti teorici, critici e interpretativi in uno dei campi di ricerca certamente più attivi e in crescita degli ultimi anni;

3)    promuovere studi preclinici e clinici, che dovranno essere caratterizzati da elevato rigore metodologico, adeguata durata e dimensione campionaria, finalizzati alla valutazione dell’efficacia e della sicurezza dell’uso degli integratori alimentari;

4)     divulgare le tematiche affrontate anche al di fuori della comunità scientifica, coinvolgendo settori della società esterni al mondo accademico ma che, comunque, svolgono un’importante funzione educativa (per esempio, la scuola, gli istituti di formazione e le federazioni sportive). Uno sguardo particolare verrà rivolto al pubblico degli adolescenti, che spesso sono i bersagli di messaggi diseducativi.

 

Segreteria GDL OSMEDA: Adele Romano (adele.romano@uniroma1.it), Maria Vittoria Micioni Di Bonaventura (mariavittoria.micioni@unicam.it), Gustavo Provensi (gustavo.provensi@unifi.it).

In conformità con le disposizioni della nostra Policy sui cookie, utilizziamo cookie sia tecnici/necessari che analitici, che ci aiutano ad approfondire e valutare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui.