vai a SIF Argomenti Video Interviste Autori Pillole di Salute Chi siamo Cerca
sif-magazine-logo
g
Argomenti
Video Interviste Autori Pillole di Salute Chi siamo
Argomenti
Cerca in SIF Magazine

La propoli: tutti i pro e i contro dell’oro delle api e dei suoi usi nelle malattie respiratorie

18 gennaio 2024

La propoli: tutti i pro e i contro dell’oro delle api e dei suoi usi nelle malattie respiratorie
Con la stagione invernale, aumenta il rischio di malattie respiratorie, come tosse, raffreddore, mal di gola e influenza. In questi casi si ricorre spesso a prodotti naturali, tra cui la propoli. Ma funziona davvero? Ci sono rischi per la salute?

Cos’è la propoli?

La propoli (o colla d’api) è un materiale resinoso, di colore marrone-rossastro, elaborato dalle api mellifere (nome scientifico Apis mellifera) a partire da resine di diversi alberi e utilizzato per la costruzione degli alveari. È impiegata a scopo medicinale per lenire tosse, infiammazioni della gola e del cavo orale, e in alcuni disturbi dermatologici 1.

 

Cosa contiene?

La composizione chimica della propoli è molto variabile, ma le componenti principali sono: resina, olio essenziale, cera e polline. Tra i composti minori troviamo numerosi flavonoidi (es. galangina), composti fenolici, tra cui l’acido caffeico e l’estere feniletilico dell’acido caffeico (o CAPE), aminoacidi, zuccheri, vitamine e sali minerali 1.

 

In quali prodotti si trova?

La propoli pura e i suoi preparati (es. tinture, estratti idroalcolici) si ritrovano in commercio come prodotti erboristici, integratori alimentari, dispositivi medici e prodotti ad uso dermatologico.

 

Quali sono le sue proprietà?

Per la propoli ed i suoi preparati sono state riportate proprietà antiossidanti, antisettiche, antimicrobiche ad ampio spettro, antivirali, antinfiammatorie, immunostimolanti, antiallergiche, cardioprotettive, antidiabetiche e chemiopreventive. I flavonoidi e i composti fenolici, in particolare il CAPE, sono considerati i composti attivi 1.

 

Quali sono i benefici della propoli in caso di malattie respiratorie?

La propoli può ridurre l’infiammazione e lo sviluppo di infezioni respiratorie, grazie alla presenza di flavonoidi e derivati dell’acido caffeico2. Questi composti interferiscono con diversi processi alla base della sopravvivenza e proliferazione dei batteri (es., membrana cellulare, sintesi delle proteine), causandone la morte. Inoltre, nel caso delle infezioni virali, prevengono l’ingresso dei virus nella cellula ospite e inibiscono gli enzimi coinvolti nella replicazione virale. Sono anche in grado di contrastare il processo infiammatorio, inibendo gli enzimi (es., ciclossigenasi 2) responsabili della produzione dei mediatori dell’infiammazione (es., prostaglandine).

 

…ma funziona davvero?

Gli studi clinici hanno evidenziato alcuni benefici dei prodotti a base di propoli in pazienti con infezioni respiratorie. Purtroppo, allo stato attuale non è possibile stabilirne la reale efficacia clinica2 in quanto questi studi non hanno utilizzato preparati con concentrazioni standardizzate di propoli e spesso la propoli era utilizzata in associazione con estratti di altre piante medicinali (es. echinacea).

 

Ci sono effetti collaterali?

Negli studi clinici, la propoli è risultata generalmente ben tollerata. Tuttavia, sono stati segnalati alcuni casi di reazioni allergiche, a volte anche gravi, in soggetti che avevano assunto prodotti a base di propoli, probabilmente riconducibili alla presenza dei derivati dell’acido caffeico3. È necessario utilizzare con prudenza questi prodotti in caso di allergia alle api e ai loro derivati e, in generale, nei soggetti atopici.

 

Cosa dicono le Agenzie regolatorie?

Secondo la commissione HMPC (Committee on Herbal Medicinal Products) dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA, European Medicines Agency), essendo la propoli un derivato delle api, non riconducibile ad una pianta specifica, non può essere considerata di origine vegetale; mentre rientra tra i prodotti regolamentati dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA, European Food Safety Authority) che ne ammette l’uso negli integratori alimentari ma non consente di specificarne gli effetti fisiologici, proprio a causa delle limitate evidenze scientifiche sopramenzionate.

 

Cosa possiamo concludere?

La propoli è presente in prodotti destinati sia a bambini che adulti, spesso senza una chiara indicazione sul potenziale allergenico nè sulla sua reale efficacia. Sarebbe opportuno che medici e farmacisti fornissero delle informazioni più accurate sui preparati a base di propoli per evitarne un utilizzo improprio.

Bibliografia

1Molecules 2022, 27, 6120.

2Molecules 2023, 28, 359.

3Drug Saf. 2008, 31, 419-23.

Ti è piaciuto l'articolo?
Condividi

Potrebbero interessarti

farmacologia-per-principianti-come-si-curano-le-allergie

15 aprile 2024

Farmacologia per principianti: come si curano le allergie?

Un farmaco per ogni stagione: gli antistaminici

telemedicina-e-terapie-digitali-quanto-aiutano-a-migliorare-la-salute

10 aprile 2024

Telemedicina e Terapie digitali: quanto aiutano a migliorare la salute?

La telemedicina, cioè le più disparate tecnologie digitali incluse le terapie digitali, permettono di effettuare a distanza interventi sulla salute e sull’assiste...

amoxicillina-un-antibiotico-molto-importante-di-cui-spesso-si-abusa

9 novembre 2023

Amoxicillina: un antibiotico molto importante di cui spesso si abusa

Nella scorsa stagione invernale, l’amoxicillina è stata tra i farmaci introvabili. Vediamo perché questo farmaco è così importante e perché lo utilizziamo. L’amox...

asma-vecchi-e-nuovi-farmaci-e-attenzione-al-covid-19

13 gennaio 2022

Asma: vecchi e nuovi farmaci e attenzione al CoViD-19

L’asma è una malattia cronica delle vie aeree caratterizzata da episodi ricorrenti di crisi respiratorie con effetti importanti sulle attività quotidiane e in alc...

Dallo stesso autore

ansia-e-stress-e-davvero-utile-la-lavanda-e-il-suo-olio-essenziale

9 febbraio 2023

Ansia e Stress: è davvero utile la lavanda e il suo olio essenziale?

I ritmi di vita frenetici ai quali siamo sottoposti quotidianamente hanno determinato un’ampia diffusione dei disturbi da ansia e stress, con serie ripercussioni ...

benefici-e-rischi-dei-preparati-di-aloe-due-facce-della-stessa-medaglia

24 giugno 2021

Benefici e rischi dei preparati di aloe: due facce della stessa medaglia

Negli anni, il mercato dei prodotti a base di aloe è cresciuto in maniera notevole, soprattutto quello degli integratori alimentari che vantano effetti depurativi...

echinacea-la-pianta-sacra-agli-indiani-d-america-con-proprieta-curative

30 giugno 2022

Echinacea: la pianta sacra agli Indiani d’America con proprietà curative

Sin dall’origine dei tempi, l’uomo ha imparato a curarsi osservando il comportamento degli animali. Un’antica leggenda racconta che gli Indiani d’America scopriro...

integratori-a-base-vegetale-l-incerto-confine-con-i-medicinali

30 settembre 2021

Integratori a base vegetale: l’incerto confine con i medicinali

L’uso degli integratori alimentari su base vegetale è divenuto negli anni sempre più popolare, essendo facilmente accessibili e reperibili nel mercato mondiale. M...